Dyson Lightcycle Morph recensione itechmania

Nella recensione di oggi vi parliamo della Dyson Lightcycle Morph, la nuova rivoluzionaria lampada smart dell’azienda inglese.

Fin da quando abbiamo assistito alla sua presentazione in quel di Milano non vedevamo l’ora di portarvi la recensione di questa Dyson Lightcycle Morph. Questa lampada smart è l’evoluzione della precedente Dyson Lightcycle di cui vi abbiamo parlato circa un anno fa sia sul canale YouTube che qui sul sito.

Vediamo insieme cosa è cambiato e che evoluzione ha avuto una delle lampade smart più tecnologiche e innovative del mercato

Recensione Dyson Lightcycle Morph

Unboxing e montaggio Dyson Lightcycle Morph

Recensione Dyson Lightcycle Morph unboxing

Come di consueto iniziamo dall’unboxing, come sempre molto curato da parte di Dyson. Tutti i pezzi della lampada Lightcycle Morph sono disposti con cura ma sopratutto in modo da consentirne un montaggio più semplice possibile. L’obbiettivo è stato centrato in pieno, la lampada si monta in pochi e semplici passaggi e nel giro di massimo 5 minuti siamo pronti per metterla in funzione.

Design

Dyson Lightcycle Morph Recensione

La lampada Dyson Lightcycle Morph, proprio come la precedente, è disponibile in due varianti, da terra e da scrivania. Visto che con il modello precedente vi abbiamo portato la prova del modello da scrivania questa volta abbiamo optato per quello da terra. Le due versioni si differenziano solo per la dimensione del corpo centrale, più lungo nella versione da terra.

Il design è una delle prime novità di questa lampada, pensato per sfruttare le nuove funzionalità di cui è dotata. Il corpo principale è formato da uno stelo realizzato in alluminio-policarbonato dotato di ben 16.740 fori, questo per sfruttare una modalità ben precisa che analizzeremo nel paragrafo successivo.

Nella parte superiore troviamo un braccio a gomito che permette alla testa ottica di ruotare a 360 gradi. Questa è un’altra grande novità che come vedremo porterà a notevoli miglioramenti. Per il resto troviamo i medesimi pulsanti touch a sfioramento della versione precedente posti nella parte superiore della testa ottica con i quali potremo regolarne tutte le funzionalità. Subito sotto invece troviamo i 3 pulsanti per attivare o disattivare i vari sensori di cui dispone la lampada

Nota sempre positiva la presenza di una porta USB-C per ricaricare i nostri dispositivi mobile, la porta si trova intelligentemente nella parte inferiore del braccio centrale in modo da far notare il filo il meno possibile e non farlo pendere dall’alto.

Dyson Lightcycle Morph

La versione che abbiamo testato è quella nera ma è disponibile anche in colorazione bianco-argento.

Tecnologia e funzionalità

Dyson lightcycle morph

La Dyson Lightcycle Morph prende ciò di buono che aveva la Lightcycle e ne espande le funzionalità. Dotata di 3 LED a luce calda e 3 LED a luce fredda, riesce a ricreare le proprietà tipiche della luce naturale grazie a uno speciale algoritmo chiamato Daylight Tracking capace di restituire sempre la luce ottimale  in base all’ora e il luogo in cui ci troviamo. l’innovativo sistema di raffreddamento a rame Heat Pipe è presente anche in questo modello e consente di mantenere inalterati i LED addirittura fino a 60 anni.

Quattro modalità di illuminazione

La vera novità principale di questa lampada consiste proprio nella sua versatilità acquisita grazie al nuovo design del braccio rotante. Grazie a questo innovativo design si può usare la lampada in quattro modalità differenti, ognuna delle quali ideale per specifici usi.

1 Luce indiretta

Dyson lightcycle morph

Grazie al corpo rotante si può proiettare la luce verso una parete o sul soffitto cosi da creare una piacevole luce riflettente che si espande in tutto l’ambiente. Una delle modalità che ho apprezzato di più e uso più spesso.

2 Luce da lavoro

Dyson lightcycle morph

Questa e la modalità “classica” utile per creare una luce diretta e intensa verso il basso, ideale per lavorare a dei progetti, studiare o per svolgere diversi hobby. La migliore se si vuole una luce che aumenti notevolmente la visibilità.

3 Luce da interni

Dyson lightcycle morph

Si può scegliere di mettere in risalto un particolare elemento d’arredo come un quadro, una scultura o qualsiasi elemento importante semplicemente puntando la luce ruotando il braccio della Dyson Lightcycle Morph.

4 Luce d’ambiente

Dyson lightcycle morph

Questa è forse la modalità più “Wow” delle quattro. Grazie ad un magnete posto nell’estremita del corpo principale e ai numerosi fori, di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente, è possibile creare una piacevole luce ambientale. Basta ruotare il braccio per proiettare la luce direttamente dentro il corpo principale per creare una luce calda e confortevole.

App Mobile

Dyson lightcycle morph

Ovviamente anche questa volta non poteva mancare l’applicazione Dyson Link dalla quale poter personalizzare tutte le funzioni della lampada. Tramite l’applicazione è possibile impostare diverse funzionalità, si va dalla modalità sveglia che vi accompagna al risveglio simulando l’alba alla modalità assente che simula la vostra presenza accendendo e spegnendo di tanto in tanto la lampada.

Grazie all’app però è anche possibile scegliere le modalità di illuminazione preferita tra, Relax, Precisione, Studio, Boost e altre create da voi. Si può anche sincronizzare la lampada sfruttando il GPS dello smartphone per calcolare con precisione la miglior luce naturale possibile ma non finisce qui.

Sempre tramite l’applicazione è possibile impostare la propria età, dato importante visto che una persona più anziana ha bisogno di molta più luce rispetto un ragazzo. Presente anche la possibilità di attivare o disattivare il sensore che permette alla lampada di accendersi automaticamente quando ci avviciniamo ad essa.

Considerazioni

Devo ammettere che i miglioramenti apportati a questa nuova versione sono notevoli. La Dyson Lightcycle Morph è sicuramente molto più versatile e funzionale della precedente pur mantenendo la stessa cura della qualità della luce e del mantenimento dei LED nel tempo. Spesso non ci accorgiamo quanto la giusta illuminazione sia importante per la salute dell’individuo, capace anche di influenzarne le sensazioni e gli stati d’animo nel corso della giornata.

In definitiva considero la Dyson Lightcycle Morph l’evoluzione della specie, un miglioramento notevole rispetto al precedente modello e un passo più vicino alla perfezione. Unica nota negativa che mi sento di fare è la perdita della regolazione dell’altezza rispetto al precedente modello, una scelta forse necessaria per creare le quattro modalità d’illuminazione disponibili.

Il prezzo della Dyson Lightcycle Morph è di 599€ per la versione da scrivania e 799€ per quella da terra, potete acquistarla direttamente dal sito ufficiale.

RASSEGNA PANORAMICA
Assemblaggio
8
Tecnologia
10
Materiali
9
Prezzo
7
Design
8
Qualità
10
CONDIVIDI
Emilio Primavera
Dottore in Comunicazione & Marketing Pubblicitario. Da sempre appassionato di Tecnologia con una predilezione verso Apple, blogger e fondatore di iTechMania (Sito e Canale Youtube) Recensore di prodotti tecnologici.