PES 2019 recensione

Avete voglia di tornare sul campo di calcio? almeno in modo virtuale? bene, PES 2019 è finalmente disponibile per console e PC, noi di iTechMania lo abbiamo provato per voi.

L’estate è ormai giunta al termine, resta ancora qualche scampolo di sole da prendere, con essa però coincide anche l’arrivo dei nuovi titoli per consolle e come per magia ci ritroviamo fra le mani una copia del nuovo PES 2019. La storica serie Konami che per anni è stata il faro dei giochi di calcio si ripresenta al grande pubblico con un nuovo PES e dalle premesse sembra migliorato, soprattutto nell’aspetto di gioco. Di contro, però, con la perdita delle licenze della Champions ed Europa League avrà diversi problemi a spodestare i rivali della EA Sport in arrivo a fine Settembre. Ecco la nostra recensione del titolo calcistico di Konami.

PES 2019 Recensione

PES 2019 recensione

MODALITA

PES 2019 recensione

Rispetto alla versione dello scorso anno per quanto riguarda le modalità di gioco non abbiamo nulla di nuovo, seppur le licenze della super liga danese, la liga nos portoghese, la pro league belga, la superleague svizzera, campionato scozzese, super lega argentina, russo e altri che di certo non ci fanno sobbalzare dalla sedia. Tra le modalità offline possiamo annoverare le sempre apprezzate: Diventa un mito, Master league, Campionato , Coppa, mentre con l’ online : My Club, Sfide, Divisioni Online, Co-op e partita veloce, che hanno subito sostanziali piccoli miglioramenti. Dobbiamo notare invece mancanze evidenti vedi la “farlocca” serie B italiana e spagnola ,la sempre assente Bundesliga tedesca e le licenze già citate che non renderanno felici i fedeli al titolo Konami. Nelle modalità offline dobbiamo sottolineare che di nuovo abbiamo ben poco, considerando l’international champions cup giocabile nel pre season, una gestione più accurata del calciomercato con trattative dove dovremo affrontare l’imprevedibilità dei campioni da portare al nostro club per poterlo guidare al successo. Con diventa un mito creeremo il nostro alterego o un giocatore esistente se non una leggenda lanciandolo nel mondo del calcio e seguendo il progresso della sua carriera, qui la personalizzazione del “my player” è incredibile e profonda. Passando all’online dobbiamo citare il “ my club“ dove si potrà costruire il miglior team possibile assemblando giocatori ed allenatori compatibili. Sono state inserite le aste per accaparrarsi i migliori talenti e rivisti gli osservatori per rendere sempre più appassionante questa modalità corroborata dalla presenza delle tante leggende. La novità per  quanto riguarda l’online di questa edizione di PES è la possibilità di gestire partite co-op 3 vs 3 con un miglioramento dei server che garantiscono partite simili a quelle offline. Grande risalto dobbiamo dare alla possibilità di personalizzazione, vero marchio di fabbrica che permette ai giocatori di creare qualsiasi cosa di un club, giocatori, moduli, allenatori e con le mille patch da trovare in rete PES torna ad allietare i fans di tutto il mondo che sono cresciuti con il suo mito.

GAMEPLAY

PES 2019 recensione

Dal punto di vista del gameplay non vi sono importanti cambiamenti dalla versione 2018, di certo il gioco è fluido, veloce e coinvolgente dando al player una sensazione diversa, stavolta ci si diverte a giocare a PES. Le modifiche fatte sono maniacali nel riprodurre le giocate dei tanti campioni che ritroviamo sul campo di gioco, tutti i grandi nomi da Neymar a Cristiano Ronaldo, da Messi a Mbappè sono riprodotti nelle loro movenze in modo da rendere tutto il più realistico possibile, arbitri concreti ed intelligenza artificiale evoluta in generale. Le meccaniche di gioco son ben marcate per quanto riguarda il tiro, questo rende i portieri sicuri fra i pali, si percepisce di avere il controllo sul ritmo dei match e il fattore stanchezza è ben distribuito. Se per quanto riguarda i cori e il commento della partita di Caressa e Marchegiani troviamo qualche imperfezione, la presentazione della partita è ottima, gli stadi licenziati sono ben fatti ( vedi quello del Barcellona)  e rendono l’esperienza di gioco più coinvolgente .

GRAFICA

PES 2019 recensione

Sull’aspetto grafico non possiamo che esaltare il dettaglio di ogni singolo giocatore che differisce poco dalle controparti reali. Su questo lato la casa giapponese ha dato il meglio di se con partnership con grandi club, stadi e giocatori identici alle controparti reali. L’uso del motore Enlighten permette degli effetti luce fantastici , esaltati dalla risoluzione 4K con HDR che la play pro garantisce ai possessori. Il maniacale lavoro per avvicinare l’esperienza di gioco alla realtà della partite viste in tv è sorretto dall’effetto stanchezza dei giocatori, visibile con lo scorrere della partita. I volti degli atleti più famosi fanno la fortuna del gioco che nonostante tutto con un ottimo gameplay e una grafica cosi approfondita conquista in ogni caso tutti anche chi si riaccosta a questo classico per consolle e pc.

CONSIDERAZIONI

Il nuovo titolo di Konami ha sicuramente dimostrato di voler rinnovare dal punto di vista del gameplay, adesso più coinvolgente, sopratutto grazie a una grafica sempre al top. Nonostante nuove licenze per campionati minori le mancanze sotto questo punto di vista si fanno sentire, ma non possiamo che consigliare questo titolo a tutti gli appassionati di simulazioni calcistiche, certo per un giudizio definitivo attendiamo al varco anche l’eterno rivale marchiato EA.

Potete acquistare PES 2019 su Amazon a partire da 49,99€ a questo LINK.