Come nel 2016, il 2019 sarà un nuovo anno senza giochi del franchising Assassin’s Creed. A riportarlo sono state le dichiarazioni del CEO di Ubisoft durante la Gamescom.

In occasione di un intervista con GameSpot tenuta durante la Gamescom di Colonia, Yves Guillemot, CEO di Ubisoft, ha rivelato che la società non rilascerà nessun nuovo titolo per il franchising Assassin’s Creed, il prossimo anno. Dopo il successo di Origins dello scorso anno e Odyssey, l’azienda avrebbe deciso di prendersi un anno sabbatico per preparare il prossimo capitolo della serie.

Non soltanto Ubisoft ha deciso di interrompere il rilascio di nuovi titoli per il prossimo anno, ma non sarebbero previsti nemmeno degli spin-off della storia principale o un gioco minore. Al contrario, la società prevede di estendere il più possibile Assassin’s Creed Odyssey attraverso numerosi DLC.

Assassin’s Creed: Odyssey sarà espanso con numerosi DLC

Guillemot spiega che per il prossimo anno, Ubisoft ha intenzione di promuovere il suo ultimo titolo con tanti contenuti esclusivi, allo scopo di realizzare un gioco che sia capace di intrattenere i fan della serie per almeno due anni. Nonostante non siano stati forniti dettagli sul tipo di contenuti, Eurogamer riferisce che potremmo assistere ad un’espansione a tema Atlantis.

Dalla sua creazione nel 2007 fino al 2015, il franchise di Assassin’s Creed ha visto almeno un nuovo gioco pubblicato ogni anno. Nel 2016, Ubisoft ha posto fine a questo lungo periodo di pubblicazioni, per prepararsi al lancio di quello che è stato un capolavoro videoludico apprezzato sia dalla critica che dai fan della serie: Origins.

Come in Origins, con Odyssey, Ubisoft ha cercato di ricostruire fedelmente un altro mondo antico, affiancato da alcuni elementi soprannaturali che potrebbero far storcere il naso.