Apple ha ufficialmente rilasciato macOS Mojave Beta 6 a sviluppatori e beta tester, dopo una sola settimana dalla precedente beta e due mesi dopo la presentazione alla WWDC.

MacOS Mojave Beta 6 introduce un nuovo metodo di download degli aggiornamenti software, che consente dopo avere installato la prima versione beta attraverso il Centro Sviluppatori di Apple, di scaricare i successivi update delle versioni beta direttamente all’interno delle Preferenze di Sistema, sotto la voce Aggiornamento Software.

Come riportato in occasione della sua presentazione, l’aggiornamento software per Mac introduce una nuova modalità Dark a livello di sistema, con la possibilità per gli utenti di optare tra un tema luminoso e il nuovo tema scuro, che cambia il colore del dock, della barra menu, delle applicazioni e molto altro. Questa modalità è affiancata dai nuovi sfondi dinamici, che cambiano nell’arco della giornata. Nella beta 6 si aggiungono nuovi wallpaper come già era avvenuto con le precedenti versioni.

MacOS Mojave Beta 6: tutte le novità

La nuova beta aggiunge la possibilità di modificare le schermate utilizzando gli strumenti Markup, oltre ad una nuova opzione di gestione che consente una facile registrazione dello schermo. Perfezionate ulteriormente le applicazioni derivate da iOS quali Apple News, Borsa, Home e Memo Vocali.

MacOS Mojave Beta 6 migliora anche privacy e sicurezza dei propri utenti, rendendo più difficile per i siti web ottenere informazioni grazie ad una nuova serie di strumenti in Safari. anche il Mac App Store completamente rinnovato si mostra nella sua forma quasi definitiva, caratterizzato da sezioni specifiche per aiutare nella scoperta di nuove applicazioni.

Al sistema operativo della compagnia di Cupertino si aggiunge supporto per il trasferimento di dati da PC a Mac, tramite il nuovo Windows Migration Assistant, rilasciato oggi per MacOS Mojave. La nuova funzione consente di trasferire dati dell’account di Microsoft come documenti, email, contatti, dati del calendario.