Recensione Final Fantasy XV Royal Edition.

L’avventura di Noctis si arricchisce in questa nuova edizione definitiva ricca di nuovi contenuti e avventure. Ecco la nostra Recensione di Final Fantasy XV Royal Edition.

Recensione Final Fantasy XV Royal Edition. L’ultima fatica della square enix per ps4 sarà all’altezza del nome che porta? Scopriamolo insieme.

Recensione Final Fantasy XV Royal Edition

Final Fantasy, un nome che non ha bisogno di presentazioni. Una delle saghe video ludiche piu longeva di sempre, arrivata alla sua XV incarnazione, fa un passo avanti ulteriore con la Royal Edition. Final Fantasy XV ha avuto una produzione travagliata. Il gioco affidato nel 2006 alla direzione di Tetsuta Nomura ha cambiato più volte Team di sviluppo e nome. Inizialmente nato come un progetto legato al capitolo XIII, dal nome Versus XIII,  è stato successivamente ribattezzato, nella conferenza E3 del 2013, Final Fantasy XV. Una fortuna oserei dire visto l’insuccesso del tredicesimo capito, il peggior Final Fantasy della saga. Il gioco esce il 29 novembre del 2016 e nel Marzo 2018 la Square Enix fa uscire la Royal Edition composta da numerose aggiunte che ci accingiamo a illustrarvi.

Trama

Recensione Final Fantasy XV

Il gioco vi vedrà impersonare il giovane Noctis Lucis Caelum, ultimo principe del regno di Lucis e promesso sposo di Lunafreya Cor Fleuret, figlia del Re del regno di Tenebrae. La giovane è tenuta prigioniera da Niflheim, un governo aggressivo e dittatoriale che cerca di sfruttare l’unione fra magia e tecnologia per creare un esercito di automi per conquistare Lucis e il resto del mondo. I due regni si fanno guerra da  molto tempo così viene deciso il matrimonio dei ragazzi e il successivo armistizio tra i due regni, occasione fondamentale per ristabilire la pace. Lucis parte verso Altissiala città sull’acqua dove si celebrerà il matrimonio, ma proprio il giorno della firma del trattato, Niflheim lancia l’assalto proprio contro la capitale reale, rivelando le reali intenzioni. Da qui inizia l’avventura che vedrà una serie di colpi di scena fino all’epilogo finale.

Gameplay

Recensione Final Fantasy XV gameplay

È possibile spostarsi liberamente tramite la mappa di gioco sia a piedi che con gli immancabili chocobo o con un auto personalizzabile chiamata regalia. Viaggiare in auto oltre ad essere il modo più veloce di raggiungere un punto è anche un modo piacevole di godersi il panorama. Addirittura è possibile raggiungere un posto in maniera istantanea pagando una esigua somma di denaro, veramente comodo quando si devono raggiungere posti molto lontani. Noctis puo compiere salti e correre, l’unica pecca si verifica in luoghi chiusi e angusti quando  i compagni ostacolano la telecamera e i movimenti  del protagonista. Un piccolo neo di questa fantastica produzione.

Sistema di battaglie

Abbandonati gli scontri casuali già da tempo, la square enix opta per il classico scontro in tempo reale, già dal dodicesimo capitolo infatti gli scontri hanno un carattere più action e non vi è piu l’interruzione tra il piano di gioco e il piano di combattimento. Vediamo nello specifico il sistema di combattimento. Ogni volta che ci avviciniamo ad un nemico appare un cerchio rosso, all interno del cerchio rosso la modalità normale di gioco passa in modalità combattimento in automatico. Per sfuggire ai nemici è sufficiente allontanarsi dal cerchio rosso. I personaggi sono 4, tutti con resistenza, vitalità e forza diverse. Ognuno di essi utilizza un arma diversa, Gladio utilizza la spada, Ignis gli oricalchi e Prompto la pistola. Tutti possono essere equipaggiati con piu armi o magie. Noi comandiamo il protagonista Noctis mentre gli altri 3 sono gestiti dal computer. Durante la battaglia è possibile usare attacchi normali, speciali e magie. Le magie sono 3, del fuoco, del fulmine e del gelo. Sparsi nella mappa ci sono delle sorgenti che è possibile assimilare, poi nel menu magie è possibile distillarle e decidere quanta potenza usare e quale personaggio equipaggiare. Durante gli scontri è possibile sferrare un attacco speciale da parte dei tre compagni, una apposita barra verde composta da 3 parti si riempe gradualmente ed una volta carica si può scegliere che tipo di attacco usare e quale personaggio debba eseguire l’attacco. Ovviamente piu potente è l’ attacco più aumenta il consumo. Vi è anche una barra rotonda detta panoplia, una volta piena mediante la pressione di r1 e l1 noctis può sferrare attacchi potentissimi prima che essa si svuoti del tutto. Noctis può sferrare delle proiezioni contro l’avversario mediante l’utilizzo di un’altra barra, inoltre, può ripararsi tramite elementi dello scenario ed eseguire una parata. Gli scontri sono molto veloci ed incalzanti, con un ottimo sistema di puntamento e di gradualità, unica pecca la telecamera che a volte fatica a seguire l’azione. Menzione d’onore gli Esper, che sin dal primo capitolo rappresentano un capo saldo dell’intera saga. Novità esclusiva della serie è la possibilità di evocarli solo in determinate circostanze, infatti, se in ogni Final Fantasy l’evocazione degli esper (qui chiamati i ”sei”) era possibile in ogni momento, in questo capitolo la loro evocazione sarà possibile soltanto in condizioni particolari e solo dopo averli battuti. Essi sono 6 ma solo 5 evocabili, abbiamo il titano, ramuh, shiva, levitano, bahamuth e ifrit non evocabile. Ogni evocazione è accompagnata da una sequenza spettacolare e di grande impatto visivo.

Sistema di sviluppo dei personaggi

Il sistema di sviluppo, elemento fondamentale di un gdr, mi è piaciuto molto. Ogni volta che sconfiggiamo un mostro riceviamo exp e Punti Abilità. Una griglia interconnessa mostra tutte le abilità da sbloccare divise per tipo, ogni abilità consuma PA. Questo sistema comune a molti gdr è semplice intuitivo e molto profondo, infatti, le PA che avremo a disposizione sono molto poche rispetto alla vastità di abilità da sbloccare, quindi dovremo scegliere in base al nostro sistema di combattimento e preferenze.

Grafica

Recensione Final Fantasy XV Royal Edition

La grafica di ff15 è molto ben curata, con ambientazioni che spaziano dai dungeon, alle città e alle foreste. Menzione a parte spetta alla città di Altissia, davvero un capolavoro di bellezza, ispirata a Venezia la città sull’acqua di ff15 è visivamente emozionante. Le animazioni dei personaggi e dei nemici sono convincenti, il numero dei mostri e dei boss soddisfacente, la loro realizzazione impeccabile, proponendo alcuni nemici enormi ed impressionanti realizzati in maniera ottima.

Sonoro

In questa Recensione Final Fantasy XV Royal Edition il comparto sonoro merita una menzione particolare. La rivisitazione del capolavoro di “stand by me” appositamente per questo XV capitolo di Final Fantasy, ad opera di florence the machine è favolosa, la sequenza di apertura è tra le più belle e emozionanti nel panorama videoludico. Le musiche sono piacevoli, ma mancano di spessore, non è il Final Fantasy che verrà  ricordato per la colonna sonora piu ricercata, qualcosa in più si poteva fare.

Longevità

Recensione Final Fantasy XV Royal Edition

La mappa di gioco è abbastanza grande, ma la cosa che stupisce sono le migliaia di attività da fare, infatti, al di là della storia principale che è possibile finire in 50 ore di gioco, ve ne serviranno almeno il doppio per terminare tutte le attività presenti in ff15. Tra le varie attività è possibile accettare missioni dai cittadini, che vanno dalla ricerca di determinati oggetti o di alcuni posti da fotografare. Una delle attività piu soddisfacenti è quella di uccidere mostri, infatti, nelle aree ristorazione vi è un apposita finestra con l’elenco dei vari mostri da abbattere, l’abbattimento dei suddetti oltre a fornire preziosa exp utile nel progredire di livello e uccidere i boss senza particolari problemi, vi regala delle stellette che incrementano il rango di cacciatore con mostri sempre piu difficili da battere. Alcuni di essi hanno dimensioni ragguardevoli e sono uno spettacolo da vedere. Menzione speciale va alle armi ancestrali. In appositi palazzi risiedono delle armi che solo Noctis può usare, in tutto ve ne sono 13 e alcune sono situate in posti impervi e in prossimitanza di dungeon colmi di mostri. Collezionarle tutte oltre ad essere molto piacevole è fondamentale, infatti, la capacità di offesa di queste armi non ha eguali.

Royal Edition

Recensione Final Fantasy XV Royal Edition

Ovviamente in questa Recensione Final Fantasy XV Royal Edition non potevamo tralasciare le novità di questa edizione. La Royal Edition comprende tutte le patch uscite dall’uscita del gioco fino ad ora, la possibilità di usare lo yatch andando all’esplorazione dei mari, armi ed oggetti in piu, una nuova zona di gioco finale,nuovi mostri e nuove guest.

Gli episodi dei personaggi

Avremo a disposizione anche il Season Pass composto da tre nuovi episodi. I singoli episodi, dalla durata di circa un’ora e mezza ciascuno, sono molto belli ed aggiungono materiale interessante al pacchetto di ff15. Avremo, infatti, la possibilità di giocare nei panni dei diversi personaggi del gioco e scoprire alcuni segreti del loro passato. L’episodio di Prompto, in particolar modo, è davvero molto bello ed aggiunge molti elementi nuovi al gameplay.

Considerazioni

Siamo giunti alla fine di questa Recensione Final Fantasy XV Royal Edition. Finalmente la Square Enix ci regala un Final Fantasy degno del proprio nome, dopo il passo falso del capitolo 13 propone un gioco di gran lunga migliore, un gioco che vi terrà incollati per più di un centinaio di ore se volete scoprire tutti i segreti, infatti, è proprio nella longevità il suo punto forte, piacevole da vedere e da giocare, con un sistema di accrescimento e potenziamento davvero soddisfacente, vario e curato, oltre al comparto tecnico sempre eccellente quello che è un salto vero e proprio in avanti è nella storia. Finalmente una storia piacevole, adulta e che immedesima il giocatore, anche se non siamo di fronte ai capolavori del settimo o decimo episodio, vere perle del genere, la storia di ff 15 non delude affatto. Unico neo, essendo un progetto molto lungo e travagliato, alcune parti della trama potrebbero sembrare abbozzate superficialmente, questi piccoli buchi narrativi possono essere superati vedendo il film in CG kingsglaive rilasciato da Square Enix sempre nel 2016 che spiega meglio gli antefatti della trama e riempe alcuni buchi narrativi. Un Final Fantasy che riporta la serie su livelli alti e che fa ben sperare sul futuro.

Potete acquistare Final Fantasy XV Royal Edition su Amazon al prezzo di 40€ circa per PS4, Xbox One e PC al seguente LINK.

Scritta da Maurizio Merlino a cura di Emilio Primavera