CONDIVIDI

La notizia arriva dalla Florida, precisamente da Tampa, dove un uomo racconta che i suoi airpods hanno preso fuoco dopo aver smesso di funzionare.

Periodo davvero difficile per Apple. Dopo l’episodio del rallentamento degli iPhone per preservare la batteria, per il quale Apple ha addirittura dovuto rispondere davanti il Senato degli Usa, arriva il racconto di Jason Colon, il quale afferma che le sue Airpods sono andate a fuoco dopo aver smesso di funzionare.

A riportare la notizia è la WFLA (link alla notizia qui), affiliata alla NBC. L’uomo, intervistato dal giornale, ha dichiarato:

e’ LA COSA più incredibile che abbia mai visto. non ho visto di persona gli airpods scoppiare, ma quando  SONO TORNATO GLI AIRPODS erano già fusi.

La situazione non è ancora del tutto chiara, ma, da quanto ha raccontato Jason Colon, l’uomo stava ascoltando la musica mentre stava correndo in palestra e all’improvviso gli airpods hanno smesso di funzionare.

Ovviamente l’episodio poteva andare a finire con conseguenze decisamente peggiori, come ustioni ai lobi o addirittura perdita dell’udito. Per questo Jason Colon ha deciso di raccontare il fatto alla stampa.

A quanto pare la fusione sarebbe stata causata da un difetto di fabbrica, precisamente dalla fuoriuscita del liquido presente all’interno delle batterie agli ioni di litio. Il luogo abbastanza caldo o una precedente caduta avrebbero potuto favorire la fusione.

Non è la prima volta che vengono denunciati casi  simili con prodotti Apple. Dopo pochi mesi dal lancio, infatti, alcuni possessori di iPhone 8 hanno raccontato che i loro dispositivi avevano preso fuoco mentre erano in carica.

Tuttavia, da quando le airpods sono state messe in commercio, circa un anno fa, non era mai stato denunciato un episodio simile.

Apple ha tenuto a precisare che sta analizzando il caso e che si metterà in contatto il prima  possibile con Jason Colon.