Il picchiaduro del momento, un tributo a tutti i Fan di uno degli anime più amati di sempre. Ecco la nostra recensione di Dragon Ball FighterZ.

Dragon Ball fighterZ è l’ultima opera videoludica tratta dal mondo di Dragon Ball.  Il manga creato da Akira Toriyama ha ispirato giovani di ogni generazione per oltre trent’anni attraverso fumetti, anime e soprattuto 66 videogiochi che hanno permesso ai fans di tutto il mondo di immedesimarsi in Goku e compagni tra sfere del drago e fantastici combattimenti.

L’universo di Dragon Ball FighterZ (gioco sviluppato per PS4, Xbox One e Microsoft Windows) si pone l’obiettivo di essere il picchiaduro numero uno per ogni amante della serie e del genere trascinando i giocatori di tutto il mondo in mirabolanti scontri fra i protagonisti della leggendaria serie che ha conquistato nel corso degli anni milioni di fans in tutto il globo.

Dragon Ball FighterZ Recensione

Modalità disponibili

Il nuovo titolo di Bandai Namco è sviluppato da Arc System Works, gli autori di Guilty Gear, che hanno saputo mescolare un mondo bidimensionale dall’incredibile vena artistica con un sistema di combattimento immediato adatto sia ai neofiti che ai più esperti. Dopo aver inserito il gioco in consolle si viene catapultati nella sala d’attesa online dove col proprio avatar (personalizzabile scegliendo tra i volti noti della serie e colori sbloccabili comprando delle capsule Z con la moneta virtuale del gioco) si possono selezionare le diverse modalità che il gioco propone: la storia, arcade, allenamento, scontri offline e multyplayer online. Non manca poi il negozio dove poter comprare oggetti per il gioco in cambio di ZENI ottenuti durante i vari combattimenti. Per riuscire a comprendere al meglio le meccaniche di gioco è possibile seguire un tutorial completo nella modalità allenamento, oppure iniziare la storia, che nei primi scontri illustra tutte le principali mosse per dare vita al combattimento.

La modalità storia di Dragon Ball fighterZ vanta una trama nuova  e originale scritta direttamente da Akira Toriyama. Senza spoilerare troppo la trama parla di un nuovo androide, il N°21, del ritorno del Red Ribbon e di un’invasione di cloni malvagi dei nostri eroi. Noi giocatori impersoneremo una misteriosa anima che prenderà via via il controllo dei protagonisti per poi svilupparsi e aiutarli nel proseguimento della storia divisa in tre archi narrativi.

Gameplay

Per quanto riguarda la giocabilità il team di Arc System ha realizzato un sistema di gioco di scontri a squadre 3 vs 3 che piacerà a tutti, neofiti e non, inserendo mosse spettacolari che abbiamo visto in tv, in buona parte  eseguibili con estrema facilità per garantire un’esperienza di gioco totale e coinvolgente.

La pressione ripetuta di un singolo tasto porterà a delle semplici e spettacolari combo che devasteranno il vostro avversario, ma i colpi più efficaci si ottengono con combo di tasti molto più complesse, premere tasti a caso potrà essere efficace  nei primi match contro il CPU ma affrontando avversari veri nelle battaglie online è ben altra cosa, li vi farete un’idea di come sia ricercato e approfondito il sistema di gioco. Ogni serie di combo e colpi speciali andati a segno vi permette di riempire la vostra aura fino a un massimo di 7 livelli, inoltre vi permetterà di raccogliere le 7 sfere del drago. Una volta ottenute le sfere potrete evocare il Drago Shenron che esaudirà uno dei vostri desideri come recuperare la vostra energia, diventare invincibili o riportare in vita uno dei componenti del vostro team.

Il roster di Dragon Ball FighterZ è composto sin dall’inizio da 21 guerrieri, ai quali si aggiungeranno l’Androide 21 (finita la la modalità Storia) e le versioni Super Saiyan Blue di Goku e Vegeta. Senza ombra di dubbio non un roster tra i più variegati ma sicuramente ad essi si aggiungeranno gli altri personaggi della serie che verranno proposti con i dlc per completare e arricchire sempre più un esperienza di gioco che conquista i giocatori proprio per l’accuratezza di ogni personaggio.

Grafica

Lo stile anime unito all’ Unreal Engine 4 sviluppato da Arc System conquista tutti. Il Team è riuscito a creare una rappresentazione identica a quella della serie Tv, sia per quanto riguarda le fantastiche animazioni dei guerrieri che dei luoghi in cui avvengono gli scontri, dinamici e distruttibili. Le musiche che accompagnano chi si cimenta in questo piccolo capolavoro videoludico sono del genere heavy metal ma nella sala d’attesa e nei menù possiamo ascoltare motivi che richiamano quelli della serie. Tutto l’insieme vi coinvolge così tanto da farvi credere di non essere di fronte una consolle. Ogni dettaglio rimanda all’opera originale di Akira Toriyama con un doppiaggio giapponese fedele all’originale.

Considerazioni

Dopo aver testato a fondo il gioco possiamo dire che Dragon Ball FighterZ è un vero capolavoro sia per gli amanti dell’opera di Toriyama, sia per coloro che adorano il genere picchiaduro, ma anche per chi si accosta per la prima volta al genere. La grafica pazzesca, un gameplay accattivante e complesso, modalità interessanti e longeve riescono a rendere appieno tutta la forza di questo videogame.

Di contro dobbiamo segnalare problemi con le battaglie online fra giocatori probabilmente imputabili al PlayStation Network e un roster di personaggi inferiore rispetto al passato, ma sicuramente nel corso dei giorni anche questo aspetto verrà risolto per dare un esperienza più completa.

Scritto da Alessandro Silvestro a cura di Emilio Primavera.