CONDIVIDI

Apple punta al futuro degli Smartphone e lo fa con un iPhone molto diverso dal solito. Sarà riuscita nell’impresa? scopriamolo insieme nella nostra Recensione iPhone X.

Sono passati 10 anni da quando Steve Jobs rivoluzionò il mercato degli smartphone con la presentazione del primissimo iPhone e da quel giorno molte cose sono cambiate. Ho preso un pò più di tempo (un mese circa) per recensire questo particolare iPhone. Molto è cambiato, un netto taglio con il passato e una nuova concezione di iPhone è stata introdotta da Apple. Tasti fisici ridotti al minimo in favore di nuove gesture e schermo dal grande impatto. Questo iPhone X del decennale è stato un nuovo inizio per Apple, una scommessa su nuove tecnologie e abbandono di alcune che hanno fatto la fortuna della casa di cupertino in passato. Sarà stato un azzardo? scopriamolo insieme in questa Recensione iPhone X.

Recensione iPhone X

Unboxing iPhone X

Ho già effettuato un video apposito su questo argomento, se volete rivivere l’esperienza di unboxing iPhone X vi invito a vederlo. Per il resto sapete già che le confezioni Apple non differiscono quasi mai da molti anni a questa parte, quindi, non aspettatevi grosse sorprese, diciamo che l’unica novità è proprio il device stesso.

Design

Iniziamo subito questa recensione iPhone X dalla novità più evidente, il suo nuovo rivoluzionario Design. Lo scopo di Apple è sempre stato quello di realizzare un dispositivo privo di tasti, composto da solo schermo e con questo iPhone è finalmente riuscita nell’intento. La prima cosa che balza all’occhio è questo fantastico schermo OLED da 5.8 Pollici che copre praticamente tutta la superficie frontale del dispositivo. Proprio notando il nuovo Display si fa un’altra scoperta, è sparito l’iconico tasto Home che ha accompagnato iPhone sin dalla sua primissima versione del lontano 2007. Con iPhone X Apple dice addio anche all’alluminio, adesso rimpiazzato da una cornice in Acciaio inossidabile e dal vetro nella parte posteriore ( proprio come sui nuovi iPhone 8). Sia al tatto che alla vista il nuovo iPhone di Cupertino appare ancora più pregiato dei precedenti, con un grip migliorato grazie al retro in vetro decisamente meno scivoloso dell’alluminio. Nota stonata la nuova fotocamera posteriore, posta verticalmente e decisamente più sporgente e vistosa rispetto al passato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Display

Uno spettacolo per gli occhi!, cosi si può riassumere la bontà di questo meraviglioso schermo. Questo è sicuramente uno dei punti chiave di questa recensione iPhone X. Un Display che nasconde una tecnologia tutta nuova per un iPhone, che abbandona per la prima volta gli schermi LCD per far spazio ai più moderni OLED. Questo ha comportato diversi vantaggi, schermo Super Retina ancora più definito, luminoso e con minori consumi. Consacrato dagli esperti di Display Mate come il miglior Display attualmente sul mercato. Ho sempre evitato le versioni Plus perché a mio parere poco ottimizzate dal punto di vista delle cornici, con conseguenti dimensioni spropositate del device. Questo nuovo iPhone X ha imparato dal passato e nonostante uno schermo da ben 5.8 pollici le sue dimensioni totali sono molto più simili a iPhone da 4.7 pollici, questo grazie alla totale scomparsa di cornici invadenti. Lo schermo Borderless, però, deve fare i conti con dei compromessi dettati da un limite ingegneristico non ancora superato, i sensori frontali. Ecco quindi apparire la tanto criticata Notch, una piccola gobba nella parte superiore del Display dove trovano spazio i sensori e la nuova fotocamera true depth con Face ID. Non è perfetto questo è vero, parlerò dei difetti a fine recensione, ma è sicuramente il display migliore mai montato su uno smartphone.

Fotocamera

Non mi dilungherò molto sulla fotocamera in questa recensione iPhone X. La fotocamera posteriore di iPhone X è praticamente la medesima di iPhone 8 Plus, largamente esaminata nella mia recensione iPhone 8 Plus che vi invito a recuperare. Le foto, rispetto la precedente generazione, risultano più contrastate di giorno e più dettagliate in condizioni di scarsa luminosità. La vera novità è dettata sicuramente dalla nuova modalità “luce ritratto”, che a differenza di iPhone Plus, qui trova spazio anche nella fotocamera frontale, permettendo di scattare incredibili Selfie con effetto sfocato e aggiungendo filtri professionali. Anche nel comparto video, come su iPhone 8 Plus, troviamo novità di spicco. Adesso iPhone è capace di registrare video all’incredibile risoluzione di 4k a ben 60fps, una fluidità in 4k mai vista su uno smartphone. Anche i video in slow motion hanno subito un upgrade, adesso raggiungono i 240fps per video ancora più rallentati. In sintesi, fotocamera migliorata e perfezionata ancora una volta e che raggiunge una qualità eccellente.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Face ID

Veniamo al secondo punto cruciale di questa recensione iPhone X. La tecnologia dietro il nuovo sistema di sblocco è unica e super sicura. In uno schermo privo di tasti la vera sfida di Apple era quella di sostituire il buon collaudato Touch ID a favore di qualcosa di nuovo ma allo stesso tempo ugualmente affidabile e immediato. Apple ancora una volta esce dal cilindro una nuova magia, il Face ID stupisce per precisione e velocità, riuscendo a riconoscere il vostro volto tra miliardi, il tutto grazie a una serie di sensori capaci di scansionare il volto in 3D anche al buio. Grazie al Face ID i nostri dati sensibili sono al sicuro e immediatamente accessibili con un semplice sguardo. Recuperare le credenziali di accesso sarà veramente comodo e intuitivo, ancor più rispetto il vecchio Touch ID. Non confondete questa tecnologia di rilevamento del volto con gli altri presenti sui top di gamma della concorrenza. Il Face ID non solo è capace di distinguere il vostro volto da una foto o una maschera, ma impara nel tempo a riconoscere anche i vostri cambiamenti, come barba, occhiali e cambio di capigliatura, tutto questo grazie anche al processore neurale A11 Bionic di iPhone X.

Processore e Prestazioni

Il processore è l’incredibile A11 Bionic con sistema neurale, lo stesso di iPhone 8 e 8 Plus. A11 Bionic è semplicemente il processore più veloce e intelligente mai montato in uno smartphone. Un processore capace di riconoscerci e imparare le nostre abitudini quotidiane svolgendo fino a 600 miliardi di operazioni al secondo. I test non fanno che evidenziare l’enorme divario rispetto i principali competitor e le passate generazioni. Nel complesso, però, non noterete tutta questa grossa differenza nell’uso quotidiano rispetto la generazione precedente, se non in alcune operazioni più pesanti come montaggio video, modifica di foto, gaming ecc.

Addio tasto Home… Benvenute Gestures

Il tasto Home è stato praticamente mandato in pensione da Apple a favore di un display più immersivo e spazioso. Adesso tutte le funzioni destinate al tasto Home sono state sostituite da alcune gesture semplici e veloci. Davvero, dopo pochi minuti di apprendimento non riuscirete più a tornare indietro e usare il tasto Home sembrerà come tornare ai tasti numerici dei primi cellulari. Ed è cosi che con uno swipe dalla barra inferiore in su si esce da qualsiasi App e si torna alla schermata Home, con lo stesso gesto ma mantenendo il dito al centro si apre il multitasking e cosi via. Ma Siri? beh il vecchio tasto accensione ( ora più grande) potrà richiamare il noto esistente virtuale, a discapito però di una combinazione di tasti per lo spegnimento un pò più macchinosa, ma d’altronde voi spegnete speso iPhone?.

Autonomia

L’autonomia di iPhone è sempre stata la nota dolente, sin dalla sua prima versione di dieci anni fa. Quest’anno Apple ha promesso un’autonomia migliorata di ben 2 ore rispetto a iPhone 7, sarà cosi?. Le premesse ci sono tutte, nuovo Display OLED che azzera i consumi sui neri e una doppia batteria a L per spingere al massimo la durata della singola ricarica. Dopo un mese di utilizzo posso finalmente dire la mia su questo aspetto. La batteria di iPhone X dura, dura molto, arriverete a fine serata tranquillamente anche con diversi punti percentuale, ma forse due ore in più sono un tantino esagerate. Ovviamente siamo ancora alle prime versioni di iOS 11 e il margine di miglioramento e ottimizzazione a livello software è ancora ampio, ma in definitiva non resterete delusi sotto questo aspetto.

Considerazioni

Siamo arrivati alla fine di questa recensione iPhone X ed è arrivato il momento di trarre le conclusioni. Ho volutamente preso più tempo prima di pubblicare questa recensione per via della tanta carne al fuoco mostrata su questo innovativo iPhone..

Aspetti Positivi

La scelta di abbandonare il tasto Home a favore di uno schermo con cornici ottimizzate ha portato a una catena di scelte e compromessi che l’azienda ha saputo gestire nel miglior modo possibile. A giovarne in primis è sicuramente l’esperienza utente, lo schermo è fenomenale, i gesti che prendono il posto del tasto Home sono semplici e immediati e il Touch ID sempre pronto e fulminio nello sblocco.

Aspetti Negativi

Fatte le dovute premesse adesso è arrivato il momento, in questa recensione iPhone X, di parlare delle cose che non mi hanno convinto. Fortunatamente sono poche e quasi tutte risolvibili con aggiornamenti futuri.

  • Schermo Blu

La primissima cosa che mi ha dato subito fastidio è stato un dettaglio del nuovo schermo OLED. No non parlo del fantomatico problema del Burn-in ampiamente discusso in questo video. Il problema di cui mi riferisco è della tendenza al blu che hanno gli schermi OLED cambiando angolo di visuale. Abituato da anni al LCD IPS di Apple ho subito notato la cosa, ma, fortunatamente dopo pochi giorni mi sono abituato e sono riuscito a godere a pieno del fantastico Display immersivo di iPhone X.

  • Software non perfettamente ottimizzato

Altro problema, il software non ancora ottimizzato. Tralasciando alcune App non ancora aggiornate alla nuova dimensione dello schermo 18:9, (che di fatto vengono visualizzate come se fosse un iPhone 8) l’interfaccia non sembra ancora sfruttare la mole di schermo in più che questo iPhone X ha. Non mi riferisco a spazi vuoti aggiunti dagli sviluppatori per rendere “compatibili” le app, ma proprio all’interfaccia di iOS 11. Il centro di controllo, ad esempio, non è di facile accesso, tanto che con l’ultimo iOS 11.2 Apple ha evidenziato con una striscia la presenza di esso nella lock screen. Piccoli dettagli che fanno ben sperare in un evoluzione in tal senso, lo stesso chef designer Jony Ive ha dichiarato che iPhone X migliorerà nel tempo e i margini di miglioramento via software sono infiniti.

  • Face ID castrato

Il FACE ID, capace di rilevare tutti i dettagli del nostro viso, non è ancora pienamente sfruttato a mio parere. Rilegare il Face ID a un sistema di sblocco è limitante a mio parere, le stesse Animoji, per quanto inutili, dimostrano il potenziale di questa tecnologia. Giusto per fare un esempio pratico, costava tanto a Apple usarlo per far scattare a iPhone X Selfie semplicemente sorridendo? eppure Apple pian piano sta aggiungendo piccole migliorie in tal senso, basta pensare alle notifiche occultate e mostrate solo quando poniamo lo sguardo su di esse o alla suoneria che si abbassa appena guardiamo il telefono.

  • Cornici delicate

Quando ho scelto che colore di iPhone X prendere a far pendere l’ago della bilancia per la versione nera è stato proprio l’acciaio cromato della colorazione bianca. Sapevo già che si sarebbe graffiato solo a guardarlo, vista la mia esperienza con Apple Watch Acciaio, e difatti è proprio cosi. Badate bene non è che il nero si graffi meno ma semplicemente i graffi non si notano come nel bianco. Se volete una prova concreta di ciò che dico andatevi a vedere il video dell’amico Manuel Agostini proprio sulla sua personale esperienza a riguardo.

Dettagli, lo so, ma sono quelli a fare la differenza tra Apple e “gli altri” e fortunatamente sono migliorie che possono essere aggiunte a lavori in corso.

Nonostante i problemi elencati l’iPhone del decennale è a mio parere, e senza ombra di dubio, una spanna sopra tutti gli smartphone top gamma presenti attualmente sul mercato. Apple ha finalmente svecchiato il suo smartphone introducendo diverse novità che segnano un nuovo inizio e dettano il futuro dell’azienda di Cupertino.

Lo so mi sono dilungato un pò troppo in questa recensione iPhone X ma tante erano le cose da analizzare e spero di avervi dato una quanto più possibile esaustiva idea di quel che è e che rappresenterà iPhone X in futuro.

Potete acquistare iPhone X dal sito ufficiale Apple e per la prima volta anche da amazon a un prezzo leggermente inferiore.