CONDIVIDI

Apple non ha pagato le tasse in Europa per 11 anni, e per questo l’Irlanda ha deciso che verrà sanzionata per una cifra pari a 13 miliardi di euro!

Sono anni che si parla del fatto che Apple, e molte altre multinazionali come Google e Amazon, hanno evaso il fisco europeo stringendo accordi con l’Irlanda per pagare meno tasse. Adesso però è ora di pagare, e sarà una cifra a nove zeri che Apple dovrà sborsare. Questo è quanto ha deciso la Commissione europea ad agosto 2016, ma finalmente in data odierna Apple e l’Irlanda raggiungono un accordo.

Siamo davanti al risarcimento più alto nella storia! Apple dovrà rimborsare l’Irlanda di tutte le tasse che non ha pagato nel periodo tra il 2003 e il 2014. Lo ha annunciato il ministro delle finanze Pascal Donohoe, e ha spiegato che i soldi verranno trasferiti temporaneamente in un conto in garanzia in attesa della sentenza della Corte Europea.

Bisogna anche pensare a quanto equivale la cifra che Apple dovrà pagare rispetto al capitale della società. L’azienda di Cupertino ha un valore di mercato di 871,81 miliardi di dollari, e la sanzione equivale all’1,26% del valore di mercato di Apple.

Naturalmente la decisione della Corte Europea non è vantaggiosa né per Apple, e neanche per l’Irlanda. Infatti la prima subirà la multa più alta mai decisa dall’Antitrust, e la seconda invece perderà di credibilità avendo attratto molte multinazionali a spostare i loro quartieri generali grazie a un sistema di aliquote vantaggiose.

Va considerato però che non è stata proprio tutta colpa di Apple, perché alla fine è stata l’Irlanda ad attrarre le aziende offrendo aliquote bassissime e offrendo “aiuti di stato”. La questione però è ormai conclusa e quindi Apple è obbligata a pagare la sanzione più alta della storia. Staremo a vedere cosa succederà a Google e Amazon.