CONDIVIDI

Rumor: KGI Securities rivela che Apple l’anno prossimo potrebbe rilasciare altri due modelli di iPhone

Ormai si susseguono rumor su rumor riguardo i nuovi iPhone che usciranno l’anno prossimo. Quest’ultimo però pare molto interessante. KGI Securities rivela i design degli iPhone in uscita l’anno prossimo, e a quanto pare Apple intende ingrandire gli iPhone. Le notizie provengono da un affidabile analista chiamato Ming-Chi famoso negli anni scorsi per aver previsto caratteristiche dei futuri iPhone.

In un mio articolo precedente (che potete trovare al seguente link) analizzavo le diverse indiscrezioni provenienti dalla Cina sui nuovi iPhone 2018. In quell’articolo spiegavo che i nuovi iPhone 2018 costeranno di meno, ma avranno gli stessi componenti dell’iPhone X. Nel rumor viene confermata la notizia però vengono già date le dimensioni dei display, assieme ai PPI di ognuno.

Quali sono le caratteristiche dei nuovi iPhone?

Passiamo in rassegna alle specifiche dei diversi modelli. L’anno prossimo potrebbero uscire tre modelli di iPhone: uno da 5,8″ con schermo OLED con una risoluzione di 458 PPI, quindi identico all’iPhone X. Un secondo modello avrà uno schermo da 6,5″  con schermo OLED con una risoluzione tra i 480 e i 500 PPI. Infine ci sarà anche un ultimo modello che però monterà un display LCD da 6,1″ con una risoluzione tra i 320 e i 330 PPI.

È anche interessante notare che tutti i modelli di iPhone abbandoneranno completamente il Touch ID per spostarsi esclusivamente sul Face ID.

KGI Securities prevede anche che, grazie a una migliore gestione della produzione degli iPhone, Apple riuscirà a vendere addirittura 120 milioni di unità rispetto agli 80 milioni dell’attuale generazione.

Insomma stando ai rumor ritorneremo alla classica formazione di iPhone con il modello normale e il modello Plus, ed evidentemente il modello con display LCD sarà un po’ come l’iPhone SE. Ciò che intendo è che questo modello sarà molto probabilmente di fascia media con caratteristiche meno all’avanguardia e quindi a un prezzo minore. Speriamo però che le novità in termini di hardware oltre al display siano abbastanza buone per decidere di passare dall’attuale generazione ai modelli del 2018.