Apple è finita nuovamente nel centro del mirino a causa di una politica privacy scorretta. Dopo essere stato segnalato lo stesso scandalo per fotografie e cronologia safari ora tocca alle note.

Apple si è sempre dibattuta per garantire la privacy dei cittadini e dei propri utenti. L’abbiamo vista prendere posizione in numerevoli occasioni come nel processo dell’attentato di San Bernardino. Sembra però che Apple sia brava a predicare ma un po’ meno ad agire.

Qualche anno fa alcuni utenti hanno riscontrato un’anomalia molto interessante. Le fotografie eliminate completamente dai nostri dispositivi non erano in realtà eliminate a livello server. Apple le manteneva per un periodo molto lungo. Dopo aver segnalato il problema l’azienda ha riparato ai propri errori. A maggio è stata la volta della cronologia safari che rimaneva archiviata nei server oltre il dovuto.

Ad oggi si parla delle note contenute nei nostri dispositivi. Dopo averle eliminate completamente, i server di Apple continuano però a tenerle per diverso tempo, addirittura anni. Va detto che per recuperarle servono software e capacità non alla portata di tutti per cui recuperarle non è un gioco da ragazzi.

Apple è già venuta a sapere del problema riscontrato e sta lavorando per la sua soluzione. Non dovrebbe mancare molto affinché le note rimangano eliminate definitivamente.

CONDIVIDI
Leonardo Oggioni
25 anni, appassionato di tecnologia in tutti i suoi aspetti dall’acquisto del suo primo smartphone. Ha precedentemente lavorato in diversi rivenditori Apple ed è in continua ricerca di smartphone, smartwatch applicazioni ed accessori da recensire e rumors da approfondire.