iCloud, per anni, ha tranquillamente memorizzando la nostra cronologia di navigazione.

Questa mattina, una società forense russa di nome Elcomsoft ha annunciato un modo per estrarre anni di record di navigazione web dal sistema di archiviazione iCloud di Apple, un metodo prima riportato da Forbes. Tali registrazioni includevano nomi dei siti, URL, e quando un determinato sito è stato visitata. I record di navigazione visibili nelle registrazioni, erano contrassegnati con l’etichetta “cancellato”qualora fosse stata effettuata una pulizia dei dati di navigazione.

Elcomsoft non ha rivelato il nuovo metodo, ma Apple ha risposto rapidamente una volta che la notizia del bug è diventato pubblico. Poche ore dopo il rapporto di Forbes, una correzione sul lato server ha cominciato a bloccare i recuperi, di tutti i record con un età superiore a due settimane. Elcomsoft ha riconosciuto il cambiamento in un post sul blog. “Buona mossa, Apple”, ha detto un aggiornamento. “Tuttavia, vorremmo ottenere una spiegazione.”

iCloud utilizza i record per sincronizzare la cronologia del browser attraverso diversi dispositivi, una caratteristica centrale di Safari. La cancellazione della cronologia di navigazione su un Mac implica la cancellazione della stessa su tutti i telefoni e tablet connessi attraversolo stesso account iCloud, anche se i dispositivi sono spenti mentre viene effettuata tale operazione.

Diversamente dalla maggior parte dei dati di iCloud, i record non sembrano essere stati accessibili alle richieste delle forze dell’ordine. Apple ha rifiutato di commentare.

CONDIVIDI
Paolo Zuccalà
Ventiquattrenne, studente di Ingegneria dell'Informazione, malato di tecnologia sin dalla tenera età. Utilizzatore di qualsiasi piattaforma con maggior interesse verso il brand della mela! Son dell'idea che la tecnologia possa aiutar l'uomo e che l'IoT sia la svolta, oltre che il mio futuro campo di lavoro. Il mio motto? NO PAIN NO GAIN