I nuovi MacBook Pro sono stati smontati dai primi acquirenti, i quali hanno trovato una brutta sorpresa. Vediamo le immagini e tutti i dettagli.

Apple ha iniziato a spedire, negli States, i nuovi MacBook Pro sia da 13 che da 15 pollici e gli utenti più curiosi hanno iniziato a smontarli. Gli utenti hanno subito notato che l’SSD fosse saldato sui nuovi Mac e non hanno esitato a definirla una brutta notizia.

Il problema dell’SSD saldato alla scheda madre, consiste nell’impossibilità di sostituirlo. Questa non è una novità, infatti la maggior parte dei device Apple sfruttano questo tipo di assemblaggio, ma è la prima volta per la serie Pro dei MacBook.

La lamentela degli utenti è di grande importanza, in quanto l’utente potrebbe decidere di sostituire l’SSD del proprio Mac per due importanti motivi, quali:

  • Aumento della capacità
  • Guasto

Al primo punto si potrebbe anche ovviare scegliendo, sin dalla configurazione iniziale, un MacBook con una SSD di maggiore capacità di storage.  Mentre, in caso di guasto, non resta altro da fare se non portarlo in assistenza.

Andiamo a vedere le foto dell’interno dei nuovi Mac:

MacBook Pro Saldati (1) MacBook Pro Saldati (2)

Infine, troviamo saldata anche la memoria RAM. Di conseguenza non è possibile sostituire e\o aumentare neanche la memoria ad accesso casuale.

CONDIVIDI
Angelo Falcone
Studente liceale da sempre affascinato dal progresso, dalla tecnologia ed amante della filosofia Apple! Passione per il marketing, la psicologia finanziaria ed il giornalismo. Autore presso Italiamac | Redattore presso Close-up Engineering. Stay Hungry Stay Foolish